Buongiornomartina.

*

Posted on: 20 novembre, 2007

[…]
A volte una soluzione sembra plausibile solo in questo modo: sognando. Forse perché la ragione è pavida, non riesce a riempire i vuoi fra le cose, a stabilire la completezza, che è una forma di semplicità, preferisce una complicazione piena di buchi, e allora la volontà affida la soluzione al sogno.
[…]
La vita è un appuntamento, lo so di dire una banalità Monsieur, solo che noi non sappiamo mai il quando, il chi, il come, il dove. E allora uno pensa: se avessi detto questo invece di quello, o quello invece di questo, se mi fossi alzato tardi invece che presto, o presto invece che tardi, oggi sarei impercettibilmente differente, e forse tutto il mondo sarebbe impercettibilmente differente. O sarebbe lo stesso e io non potrei saperlo.
[…]
Ma poi perché a lei interessano i rebus, ha la passione dell’enigmistica o è solo la curiosità sterile di chi osserva la vita altrui?
Un appuntamento è un viaggio, anche questa è una banalità, mi riferisco alla vita, naturalmente, chissà quante volte è stato detto; e poi nel grande viaggio si fanno dei viaggi, sono i nostri piccoli percorsi insignificanti sulla crosta di questo pianeta che a sua volta viaggia, ma verso dove? E’ tutto un rebus, le sembrerò un maniaco.
[…]
divertiamoci e stiamo allegri, la vita è un dono che bisogna saper godere, non facciamo come le vergini stolte.
[…]
Prosegui, disse, lo so che stiamo facendo un percorso assurdo, ma forse è tutto assurdo, e io ho le mie buone ragioni.
[…]
Sa, a volte quando si è bevuto un po’, la realtà si semplifica, si saltano i vuoti fra le cose, tutto sembra combaciare e uno dice: ci sono. Come nei sogni.
Ma a lei perché interessano le storie altrui? Anche lei deve essere incapace di riempire i vuoti fra le cose. Non le sono sufficienti i suoi propri sogni?

 

(Tratto da: Antonio Tabucchi, Piccoli equivoci senza importanza, Rebus)
Annunci

4 Risposte to "*"

A me interessano le storie altrui.
Perchè? i sogni vanno colti anche tra quelli degli altri..

i vuoti tra le cose.
Tutto questo mi fa venire in mente la casa di mia madre, dove non c’è posto per camminare, per respirare.
Zeppa di cose, anela vuoti.

è bellissimo questo libro..

“rosegui, disse, lo so che stiamo facendo un percorso assurdo, ma forse è tutto assurdo, e io ho le mie buone ragioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

DICO QUEL CHE PENSO E FACCIO QUELLO CHE DICO L'AZIONE E' IMPORTANTE, SIAMO UOMINI TROPPO DISTRATTI DA COSE CHE RIGUARDANO VITE E FANTASMI FUTURI MA IL FUTURO E' TOCCARE, MANGIARE, TOSSIRE, AMMALARSI D'AMORE...

Movimento Ammazzateci Tutti

Noi siamo sangue del tuo sangue!

immag000.jpg Grazie Danilo!

Rainer Maria Rilke

Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e.../ cerca di amare le domande, che sono simili a/ stanze chiuse a chiave e a libri scritti in una lingua straniera./ Non cercare ora le risposte che non possono esserti date/ poiché non saresti capace di convivere con esse./ E il punto è vivere ogni cosa. Vivi le domande ora./ Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga, di vivere fino al/ lontano giorno in cui avrai la risposta.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: