Buongiornomartina.

Abbracciami con la mente…

Posted on: 6 febbraio, 2008

Prima di partire per Toronto avevo immaginato quei 15 gg totalmente diversi da come poi sono stati realmente.

Il giorno dopo il mio arrivo, sono andata nella scuola d’inglese e, tra i nuovi studenti, c’era anche un ragazzo col quale ho sentito subito un feeling. In una stanza con una decina di persone, il feeling si sentiva ed era reciproco e, infatti, dopo pochissimi minuti eravamo già amici, senza capire bene come fosse possibile.

Io italiana, lui brasiliano. Tra di noi un abisso di differenze e un solo punto in comune: l’inglese e neppure di livello ottimo! Eppure eravamo lì, nel posto giusto al momento giusto, insieme, contemporaneamente…

Il mio penultimo giorno l’abbiamo trascorso insieme fino a sera io, lui e un’altra nostra amica. Noi due ci siamo dato l’ultimo appuntamento per la mattina seguente, domenica, perchè poi io sarei partita la sera…

Quando mi sono svegliata, quella domenica mattina, ho fatto l’amara scoperta che su tutto il nord America si era scatenata una tempesta di neve!

Ovviamente non si poteva uscire da casa… non so se avete presente le nevicate di là, comunque non ve lo posso spiegare!

Oltre all’ansia di non sapere se sarei partita oppure no, è nata una strana tristezza in me dovuta al fatto che non avrei potuto incontrarlo, non avrei potuto salutarlo… e lì ho capito che forse mi ero innamorata.

E così sono partita. Ma mi sono persa… e sto per piangere perchè non si è mai grandi abbastanza per queste cose.

“Non so dove trovarti, non so come cercarti
ma sento una voce che nel vento parla di te
Quest’ anima senza cuore aspetta te
Immagini del tuo viso che passano all’ improvviso
mi fanno sperare ancora che ti trovero
Chiudo gli occhi e vedo te, trovo il cammino che mi porta via dall’ agonia
Se sai come trovarmi, se sai dove cercarmi, abbracciami con la mente
Il sole mi sembra spento, accendi il tuo nome in cielo, dimmi che ci sei
Il sole mi sembra spento, abbracciami con la mente
Smarrita senza di te dimmi chi sei e ci credero…”

se volete ascoltarla…

Annunci

8 Risposte to "Abbracciami con la mente…"

Bu..
proprio non sai come rintracciarlo, che so, telefonare al college..scusa, forse sono banale.

Io so tutto di lui (nome, cognome, e-mail, indirizzo, numero di telefono)… ma non è questo il punto…
Il punto è che queste cose non bastano per avere una persona!! Soprattutto quando vive dall’altra parte dell’Oceano Atlantico, nell’altro emisferso, parla un’altra lingua, ecc.. ecc… ecc… (devo continuare? 😦 no ti prego perchè è deprimente!)
Non so se riesci a capirmi…

Capito..ma credimi, so che vuol dire.
Io fatico a tenere vicino a me il mio Figlio Unico (lo chiamo così) che si trova accanto a me, ma purtroppo a volte è distante mille anni luce..nei suoi pensieri.
Non so cosa dirti..io ho fatto una grande pazzia per amore una volta: ho lasciato tutti e tutto. Non me ne sono pentita.
Com’é che diceva De André? “Meglio essersi lasciati che non essersi mai incontrati”..
Chissà, forse è vero.
‘notte ‘notte Martina.

io ho di altre nevicate che mi lasciano amara, ma almeno con un senso di compiutezza. Un vecchio treno, una stazione e tanta neve, leggermente sporca di tutti i pasaggi frettolosi delle persone in ritardo.
Io ero assolutamente in tempo per un ultimo abbraccio, anche se quella chiusura l’aspettavo e ne ero in parte la causa non riuscivo a trovare la voglia di lascirgli le mani. Non so come avrei fatto se fosse rimasto sospeso…

So perfettamente in quale viscda insoddisfazione lasciano e.mail e numeri di telefono che ti promettono solo conversazioni di circostanza, quando si vorebbe solo uno di quegli abracci lunghi e silziosi, e di quei baci in cui arrotolrsi come una coperta…o bè…leggendoti mi è venuto una strana notalgia.

E non preoccuaprti, per certe cose non ci sono età o regole, capitano e ti prendono lo stomaco. Che fare?

Grazie Barbara per questo abbraccio mentale. Come sempre capisci esattamente quello che voglio dire e come sempre io ti rispondo la stessa cosa 🙂

Capisco la tua malinconia, anch’io ho dovuto lasciare definitivamente diverse persone a cui mi legava un affetto sincero, seppur recente. Mi rendo conto che non è paragonabile alla tua situazione, però pensa una cosa: averlo visto ti renderebbe oggi meno infelice? Non credo siano un abbraccio ed un bacio non dati a farti sentire tristi, quanto piuttosto il fatto che lui abita più o meno all’altro capo del mondo. Anzi, forse aver trascorso momenti ancor più intensi renderebbe oggi ancor più insopportabile la sua lontananza.
E’ giusto e bello che tu ora abbia queste sensazioni; però prova a pensare che la bellezza dei momenti che avete trascorso insieme sicuramente è stata legata anche al fatto che il tempo da trascorrere insieme era poco: ognuno dei due sicuramente si sarà impegnato per dare all’altro il meglio di sé in quei momenti condivisi. Quindi proprio il fatto che il tempo era così poco lo ha reso così prezioso.
Ma il tuo posto, almeno ora, resta Milano; così come il mio posto, nonostante i 4 mesi passati in Svezia, è rimasto Roma. Allora approfitta dell’intensità di questo bel soggiorno canadese per trarne un nuovo entusiasmo che serva ad arricchire la tua vita quotidiana, anche nei momenti più ovvii, conservando sempre con lucida serenità il ricordo di questa persona speciale che ti ha fatto provare emozioni belle.
E conserva anche il suo numero e la sua email: sentirlo così non sarà come averlo accanto, ma sarà comunque una cosa bella. E nessuno potrà mai impedirvi di incontrarvi di nuovo da qualche parte, se lo vorrete e lo potrete: in un mondo come questo, pieno di voli a buon mercato, sognare non è più un lusso.
Resta la malinconia, e quella ogni tanto tocca a ciascuno: ma non è mai insormontabile finché ci sono cose belle da fare ed amici che ci vogliono bene.
Ti abbraccio.

Giungo per caso in questo tuo blog… e trovo scritte parole di una canzone che ha segnato la mia storia…le ho fatte incidere dentro l’anello di un ciondolo che non ho mai dato…
comprendo bene quella sintonia.. so di che si tratta…e so cosa vuol dire dover salutare… forse per sempre… qualcuno che, inspegabilmente, t’è bastato un attimo per amare…soltanto un attimo… frammenti di me si scompongono al ricordo di questa canzone e si riapre la ferita che gli anni non han saputo chiudere…
Ti abbraccio… e comprendo la tua malinconia… davvero… perché la vivo anch’io…
Un saluto… Noemi

“Abbracciami con la mente | Buongiornomartina.
” was indeed a marvelous article, can not help but wait to
browse much more of ur blogs. Time to spend a lot of time on-line hehe.

Thanks -Layne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

DICO QUEL CHE PENSO E FACCIO QUELLO CHE DICO L'AZIONE E' IMPORTANTE, SIAMO UOMINI TROPPO DISTRATTI DA COSE CHE RIGUARDANO VITE E FANTASMI FUTURI MA IL FUTURO E' TOCCARE, MANGIARE, TOSSIRE, AMMALARSI D'AMORE...

Movimento Ammazzateci Tutti

Noi siamo sangue del tuo sangue!

immag000.jpg Grazie Danilo!

Rainer Maria Rilke

Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e.../ cerca di amare le domande, che sono simili a/ stanze chiuse a chiave e a libri scritti in una lingua straniera./ Non cercare ora le risposte che non possono esserti date/ poiché non saresti capace di convivere con esse./ E il punto è vivere ogni cosa. Vivi le domande ora./ Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga, di vivere fino al/ lontano giorno in cui avrai la risposta.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: