Buongiornomartina.

Archive for giugno 2008

Quest’uomo ha tutta la mia ammirazione per quello che ha deciso di fare. Io lo farei, cazzo, se fossi disperata, anzicchè piangermi addosso.

Vende tutto, ma proprio tutto, e se ne va da un’altra parte: “I intend to walk out of my front door with my wallet in one pocket and my passport in the other, nothing else at all, and get on the train, with no idea where I am going or what the future holds for me.”

MITTICCO!

Dopo un estenuante trasloco e dopo un’accurata pulizia della mia nuova casa, dopo neanche 1 mese che vivo qui… Hanno demolito il cucinino per sostituire un tubo di scarico nel montante!

Risultato: polvere, rumore, inagibilità parziale della casa e una bella patacca di malta fresca che va dal pavimento al soffitto! Senza considerare che sono sotto esame…

2-0 per la mia casa! Ma io sono sempre ottimista!

PS: Mentre sostituivano il tubo hanno chiesto a tutti i condomini facenti capo al montante in questione di non versale nulla nel lavandino……….. ovviamente il pirla di turno c’è sempre e infatti i due idraulici hanno fatto una bella doccia nel mio cucinino!

Ieri pioveva a dirotto, faceva freddo e avevo anche dolori mestruali, invece oggi splende il sole, fa caldo e mi sento bene… però almeno ho potuto avere l’onore di sentire Thom Yorke che ha dato in diretta i risultati delle partite e quel pazzo del bassista che ha messo una radio vicino al microfono facendo sentire a tutti 5 secondi di commento post partita, e invece oggi nada! Quelli sono pazzi da legare!

Dopo aver bevuto un ottimo daiquiri frozen al melone all’etnico, ci siamo accorti che stavano uscendo dall’arena, abbiamo corso come pazzi rischiando di essere investiti e siamo riusciti a vedere solo Ed O’Brien (dal vivo è bellissimo) uscire salutare, firmare autografi e salire sul furgoncino (gli altri erano già dentro) che li ha portati all’hotel!

Nel pomeriggio ci siamo ritornati, ci siamo barricati vicino al loro ingresso ma loro erano già dentro (anche oggi siamo arrivati tardi)… abbiamo cercato di impietosire un po’ la sicurezza ma con nessun risultato… abbiamo ammirato le loro valigie, le loro scorte di cibo, il loro staff britannico e, mentre rassegnati stavamo lasciando la nostra postazione di avvistamento, come per magia il fatidico furgoncino riappare ed ecco scendere Colin e Jonny Greenwood… Tre su cinque a 10 centimetri di distanza mi sembra un ottimo risultato e un ottimo culo!

Stasera verso le 12 se qualche milanese volesse accompagnarmi all’uscita (ormai so esattamente orari e luogo) possiamo andarci, dato che i miei temerari compagni sono partiti!

PS. Sullo spettacolo nulla si può dire, era semplicemente da ascoltare e vedere…

Una struttura pubblica ti ha negato la prescrizione della pillola del giorno dopo?

OGGI NON E’ PIU’ UN PROBLEMA

Diffondete! Perchè la gente deve sapere!

Grazie ancora una volta ad Alessandro Capriccioli

PS Potete ancora firmare la petizione per abolire l’obbligo di ricetta

La mia nuova casa è composta da due camere (una per me e una per la mia coinquilina), una cucina abitabilissima e un bagno.

La mia simpatica coinquilina è fidanzata con un parassita che guarda tutto il giorno la televisione e non la chiava da tre mesi (parola di lei)… un rincoglionito totale… della serie dio li fa e poi li accoppia.

Il caso vuole che da un po’ (troppi) giorni il parassita in questione abbia preso fissa dimora in casa mia e passi tutto il tempo a guardare la tv nella camera della sua fidanzata.

Lei che poverina (è ovviamente ironico) non riesce a studiare se ci sono rumori intorno, anzicchè tirargli un calcio nelle palle e fargli dare una mossa o rispedirlo a guardare la tv a casa sua, prende armi e bagagli e si trasferisce a studiare in cucina, occupando così il mio spazio comune.

Ora ditemi voi perchè io oggi sto scoppiando chiusa in camera senza potermi muovere (l’alternativa e fare una passeggiata in bagno).

Alle 19 (lei lo sa bene) è ricominciata la prima serie di Friends su Italia1. Io non guardo mai la tv (tra l’altro non ce l’ho neppure in camera) ma in cucina volentieri ci trascorrerei quei 20minuti dalle 19 alle 19.20 a riguardarlo… e invece niente, perchè lei anche oggi era in cucina a studiare e anche oggi ho perso la puntata.

Alle 19 ha fatto finta di non capire e io come una cogliona non ho acceso lo stesso la tv e me ne sono tornata in camera.

Datemi qualche consiglio vi prego, voi che avete esperienza di convivenza!!!

E’ passata quasi una settimana da quando mi sono trasferita definitivamente in questo nuovo appartamento ed ho l’impressione che questo cambiamento (in meglio) di abitazione, abbia modificato anche alcune mie cattive abitudini. Tipo ora sono improvvisamente diventata ordinata… ma ho come il timore che questo durerà fino allo scemare dell’entusiasmo iniziale… e poi tutto inizierà a disporsi a casaccio un po’ ovunque, come se gli oggetti fossero animati e da soli si disponessero a piacimento, senza criterio, sono per farmi il dispetto di farmi risultare disordinata! Ma quello che è più strano del mio disordine, è che non è proprio un disordine, diciamo che è un disordine solo visivo, esterno, perchè nel mio armadio, nei miei cassetti, nella mia libreria, tutto è sempre perfettamente piegato-ordinato-archiviato. Io spero solo che l’effetto nuova casa duri, poi vi aggiornerò se non sarà così!

Mi chiedo però se l’essere disordinata, sia un difetto curabile, e se sì, come…

Mi scuso per la mia prolungata assenza sul mio e sugli altri blog. Tutto questo è dipeso dal trasloco in primis e poi anche dalla nuova linea telefonica che finalmente è attiva da stamattina!

Sono di nuovo qui, nella mia nuova camera, più attiva di prima!


DICO QUEL CHE PENSO E FACCIO QUELLO CHE DICO L'AZIONE E' IMPORTANTE, SIAMO UOMINI TROPPO DISTRATTI DA COSE CHE RIGUARDANO VITE E FANTASMI FUTURI MA IL FUTURO E' TOCCARE, MANGIARE, TOSSIRE, AMMALARSI D'AMORE...

Movimento Ammazzateci Tutti

Noi siamo sangue del tuo sangue!

immag000.jpg Grazie Danilo!

Rainer Maria Rilke

Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e.../ cerca di amare le domande, che sono simili a/ stanze chiuse a chiave e a libri scritti in una lingua straniera./ Non cercare ora le risposte che non possono esserti date/ poiché non saresti capace di convivere con esse./ E il punto è vivere ogni cosa. Vivi le domande ora./ Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga, di vivere fino al/ lontano giorno in cui avrai la risposta.

Categorie