Buongiornomartina.

Archive for the ‘Io Amo’ Category

Play

Posted on: 30 novembre, 2008

Ci sono momenti in cui la dura realtà decide di farti visita, inaspettatamente e a pieno carico.
Arriva, non bussa e ti scarica tutto d’avanti.
Rimani sorpresa, non sai che dire: un minuto prima tutto era in ordine, stabile, al suo posto, catalogato, all’apparenza perfetto.
Ma poi arriva lei a ti ricorda che hai dimenticato delle cose fuori dalla porta e te le metta lì.
Scatole di cartone imballate alla buona, bagnate dalla pioggia frequente di questo periodo.
Alcune sono fradice e il cartone è praticamente squagliato…
Così le vedi le cose che ci stanno dentro.
Inizi a scorgere quello che avevi completamente dimenticato da tempo, messo da parte per poi.
Ti avvicini ed inizi ad aprire, pian piano, e salta fuori di tutto.
E ti assale il panico.
Dove la metti ora tutta questa roba?
Cosa buttare, cosa no?
Cosa riparare?
Ora ho tutto qui intorno, e non so da dove cominciare.

E’ inutile nascondere

c’è della forma che viaggia tra noi.

E’ inutile negare

peeeerò

se c’è del ghiaccio si scioglie tra noi.*

*Boo Boo Vibration – Senza se

jump*

Fare castelli in aria e sognare… lasciami fare…

dscn1450.jpg

Lasciami disegnare la mia vita insieme a te…

immag00.jpg

Prima di partire per Toronto avevo immaginato quei 15 gg totalmente diversi da come poi sono stati realmente.

Il giorno dopo il mio arrivo, sono andata nella scuola d’inglese e, tra i nuovi studenti, c’era anche un ragazzo col quale ho sentito subito un feeling. In una stanza con una decina di persone, il feeling si sentiva ed era reciproco e, infatti, dopo pochissimi minuti eravamo già amici, senza capire bene come fosse possibile.

Io italiana, lui brasiliano. Tra di noi un abisso di differenze e un solo punto in comune: l’inglese e neppure di livello ottimo! Eppure eravamo lì, nel posto giusto al momento giusto, insieme, contemporaneamente…

Il mio penultimo giorno l’abbiamo trascorso insieme fino a sera io, lui e un’altra nostra amica. Noi due ci siamo dato l’ultimo appuntamento per la mattina seguente, domenica, perchè poi io sarei partita la sera…

Quando mi sono svegliata, quella domenica mattina, ho fatto l’amara scoperta che su tutto il nord America si era scatenata una tempesta di neve!

Ovviamente non si poteva uscire da casa… non so se avete presente le nevicate di là, comunque non ve lo posso spiegare!

Oltre all’ansia di non sapere se sarei partita oppure no, è nata una strana tristezza in me dovuta al fatto che non avrei potuto incontrarlo, non avrei potuto salutarlo… e lì ho capito che forse mi ero innamorata.

E così sono partita. Ma mi sono persa… e sto per piangere perchè non si è mai grandi abbastanza per queste cose.

“Non so dove trovarti, non so come cercarti
ma sento una voce che nel vento parla di te
Quest’ anima senza cuore aspetta te
Immagini del tuo viso che passano all’ improvviso
mi fanno sperare ancora che ti trovero
Chiudo gli occhi e vedo te, trovo il cammino che mi porta via dall’ agonia
Se sai come trovarmi, se sai dove cercarmi, abbracciami con la mente
Il sole mi sembra spento, accendi il tuo nome in cielo, dimmi che ci sei
Il sole mi sembra spento, abbracciami con la mente
Smarrita senza di te dimmi chi sei e ci credero…”

se volete ascoltarla…

a00.jpg

Quando sono innamorata vorrei tanto che qualcuno di cui mi fido, estraneo al mio innamoramento, mi prestasse i suoi occhi e mi facesse vedere quello che io non vedo a causa dei miei occhi foderati.

“Martina mia, l’amore è così, non ha regole… La sua manifestazione può nascondersi sotto diverse forme… Stai tranquilla e sii fiduciosa… Comprendi quello che vuoi e lotta per averlo.”

*verso tratto da un testo dei SudSoundSistem e che significa: “perchè la vita è dura ed è meglio saper amare, anche quando sembra che sia impossibile…”


DICO QUEL CHE PENSO E FACCIO QUELLO CHE DICO L'AZIONE E' IMPORTANTE, SIAMO UOMINI TROPPO DISTRATTI DA COSE CHE RIGUARDANO VITE E FANTASMI FUTURI MA IL FUTURO E' TOCCARE, MANGIARE, TOSSIRE, AMMALARSI D'AMORE...

Movimento Ammazzateci Tutti

Noi siamo sangue del tuo sangue!

immag000.jpg Grazie Danilo!

Rainer Maria Rilke

Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e.../ cerca di amare le domande, che sono simili a/ stanze chiuse a chiave e a libri scritti in una lingua straniera./ Non cercare ora le risposte che non possono esserti date/ poiché non saresti capace di convivere con esse./ E il punto è vivere ogni cosa. Vivi le domande ora./ Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga, di vivere fino al/ lontano giorno in cui avrai la risposta.

Categorie

Post più quotati