Buongiornomartina.

Archive for the ‘italietta’ Category

Nella Milano che cambia, per trasformarsi in una stalla per maiali, prego il Dio del “non può andare tutto storto in questo mondo, cazzo” affinchè il mio destino, lagato ad un flusso termico, vada come ho deciso che debba andare e mi porti, per un po’ di mesi, via da questa città che non sopportavo già da sempre.

Il Rolling Stones è un posto stupendo in cui ho passato serate indimenticabili.

Ma…

Posted on: 29 ottobre, 2008

…questi imbecilli estremisti che “combattono” a difesa di una legge sulla scuola, l’università e la ricerca, quanto e come hanno studiato? Sanno per cosa e in nome di chi stanno “combattendo”? Come si permettono di aggredire studenti che manifestano il loro sacrosanto diritto al dissenso di una legge porcata? Da quando in Italia sono ritornate le corporazioni fasciste che vanno in giro a giustiziare la gente?

A proposito di quest’ultimo video: riflettevo giorni fa, quando l’ho rivisto, a quanto sia attuale ancora, anzi soprattutto, oggi a distanza di 20 anni, sì proprio 20 ANNI!

In 20 anni le cose non solo non sono cambiate, ma sono peggiorate, perchè ora nessuno si VERGOGNA più di come ha ridotto questa nazione! E non mi riferisco ai grandi ma ai piccoli, ai singoli cittadini.

Io ho poco più di vent’anni, e mi chiedo se sia possibile che praticamente in un tempo equivalente alla mia vita, non sia stato fatto nulla!!

Il progresso che abbiamo guagagnato, la tecnologia, la semplificazione della nostra vita, a cosa servono se non abbiamo saputo usarli per migliorare la nostra dignità di cittadini?

Ultimamente ho letto un libro di Allen Carr sul tabagismo. Secondo Carr, il tabagista è tale perchè è caduto nella trappola diabolica del fumo. Trappola finemente messa a punto da produttori di sigarette, Stati e quant’altro, perchè la nicotina è la droga che fa girare tantissimi soldi, soprattutto per gli Stati che ne detengono il monopolio. Per questo si diventa fumatori, perchè si cade nel tranello spinti dai continui e falsi messaggi subliminali di cui siamo subbissati sempre, senza rendercene conto.

Altro aspetto curioso del tabagista è la sua bugiardagine: chi fuma, deve giustificare la stronzata di farlo (di cui è consapevole) e quindi inventa continuamente cazzate con se stesso e con gli altri per rendere plausibile il suo ficcarsi un bocca tali schifezze. E, nonostante lui sappia esattamente quale è la verità, spinto dalla dipendenza, continua a fumare e a raccontare-rsi fandonie.

Bene, lo stesso mi sembra che accada per gli adepti del Cainano. Cadono nella trappola della falsa informazione (cui sono più esposti a causa della loro lieve ignoranza, mancanza di cultura e quindi di senso critico); lo votano/venerano e, nonostante si rendano conto che qualcosa di quest’uomo non torna, si autoconvincono di una serie innumerevole di cazzate (tipo: è un uomo che si è fatto da solo, è sceso in campo per noi,…).

Tornando al tabagismo, sempre secondo Carr, l’unico modo per smettere di fumare è capire cosa ci sia dietro al fumo e liberarsi dei lavaggi del cervello cui siamo stati sottoposti. Lui sostiene, in poche parole, che tutti possiamo essere fregati nella vita, ma quando ci spiegano la verità, non possiamo/dobbiamo ricascarci (altrimenti siamo degli idioti).

Ieri ho seguito la manifestazione in piazza Navona e mi sono detta: “Finalmente! Questa è la volta buona che le cose cambiano!” E invece oggi ho dovuto tristemente constatare che non è cambiato nulla e, quel che è peggio, la gente che ha fatto sì che quel cretino diventi primo ministro, continua a non vergognarsi per niente, nonostante, da innumerevoli anni, si stia cercando di spiegare loro la truffa.

Quel che è peggio, è che questi idioti (sono tali per il motivo spiegato sopra) non solo non si vergognano affatto, ma si prendono la briga di scandalizzarsi per aver sentito la parola Succhiare accompagnata dalla parola Uccello. Oooo sveglia! Sono solo due paroline.

In verità c’è un’altra categoria che mi ha deluso ed è quella dei presunti sinistroidi con la Luis Vuitton al braccio, che quando finalmente si verificano eventi degni di un Popolo, degni della vera indignazione, non solo non vi partecipano, ma si permettono anche di screditare, con la loro puzza sotto il naso.

Quello che li spinge a fare e dire ciò è la paura che le cose cambino davvero. Ma noi, popolo di intelligentissimi cafoni, ce ne fottiamo!!

[Roma, Piazza Navona, No Cav Day, 08-07-08]

Grazie Sabina per aver detto, senza mezzi termini, ciò che c’era da dire, poichè per troppi mesi abbiamo parlato di questa zoccola a denti stretti e centellinando i termini, per non essere scambiate per le solite prevenute. E’ una succhia uccelli, come si poteva intuire, al di là che l’abbia succhiato o no a Berlusconi.


Una struttura pubblica ti ha negato la prescrizione della pillola del giorno dopo?

OGGI NON E’ PIU’ UN PROBLEMA

Diffondete! Perchè la gente deve sapere!

Grazie ancora una volta ad Alessandro Capriccioli

PS Potete ancora firmare la petizione per abolire l’obbligo di ricetta

E’ facile dire Napoli, è facile dire Camorra, è facile dare aria alla bocca.

Non sono Napoletana, non sono Campana eppure mi sento solidale alla reazione di questa regione sulla questione discariche, sulla questione monnezza.

Che la Campania sia una regione che necessita di più senso civico, son d’accordo, ma so, al contrario di quello che vorrebbero farci credere dall’alto, che il dramma dei rifiuti ha delle cause più complesse.

In sintesi:

La Camorra monopolizza lo smaltimento dei rifiuti in Campania, prende possesso di tutte le ditte che dovrebbero occuparsi di smaltimento rifiuti, prende i soldi dallo Stato, stipendia i dipendenti per non farli mai lavorare. Perchè?

Perchè ha bisogno dei siti adibiti a discarica, che dovrebbero servire per accogliere i rifiuti che la Campania produce (come tutti). E che ne fa di queste discariche?

Le usa per portarci i rifiuti tossici che gli imprenditori del nord non sanno come smaltire, o meglio vogliono smaltire risparmiando. Così i tir carichi di monnezza del nord scaricano nelle discariche Campane saturandole e i rifiuti normali, ordinari non vengono raccolti e si ammassano per le strade…

Ora mi spiegate perchè questa gente dovrebbe essere contenta di vedere raddoppiarsi le discariche per accogliere i propri rifiuti ma anche quelli illecitamente portati dalla padania?

Perchè la regione Veneto non ha espresso solidarietà alla Campania prendendosi parte della monnezza? (infondo lo scambio era conveniente: loro hanno portato lì le loro merde tossiche e in cambio avrebbero dovuto prendersi rifiuti normali), perchè la Lombardia ha detto “sì ne prendiamo qualcuno ma non troppi grazie!”

Perchè ancora c’è gente che non ha capito che è questa la verità? La verità è che la mafia fa comodo a tutti coloro che non ce l’hanno in casa… ma l’omertà impedisce loro di ammetterlo… e li vedi in tv questi del nord che pensano di poter spiegare a tutti come si sta al mondo: “la Campania è ridotta così perchè non fa la raccolta differenziata come noi!”. Ma fateci il piacere di andare affanxxxx perchè la Campania è ridotta così sol perchè voi l’avete riempita di merda vostra. La Camorra siete voi che l’avete finanziata per i vostri sporchi comodi.

Esprimo la mia più grande solidarietà alla gente di Chiaiano e a tutti coloro che non vogliono discariche! Che la monnezza ritorni ai legittimi proprietari preferibilmente passando dal loro buco del cuxx così capiranno quanto fa male!!!!!


DICO QUEL CHE PENSO E FACCIO QUELLO CHE DICO L'AZIONE E' IMPORTANTE, SIAMO UOMINI TROPPO DISTRATTI DA COSE CHE RIGUARDANO VITE E FANTASMI FUTURI MA IL FUTURO E' TOCCARE, MANGIARE, TOSSIRE, AMMALARSI D'AMORE...

Movimento Ammazzateci Tutti

Noi siamo sangue del tuo sangue!

immag000.jpg Grazie Danilo!

Rainer Maria Rilke

Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e.../ cerca di amare le domande, che sono simili a/ stanze chiuse a chiave e a libri scritti in una lingua straniera./ Non cercare ora le risposte che non possono esserti date/ poiché non saresti capace di convivere con esse./ E il punto è vivere ogni cosa. Vivi le domande ora./ Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga, di vivere fino al/ lontano giorno in cui avrai la risposta.

Categorie

Post più quotati